Verniciatura elettrostatica a polveri

Tensione e corrente – Che relazione hanno?

 

La tensione e la corrente mostrano una relazione inversa quando è presente un'alimentazione limitata. È questo il caso delle pistole di rivestimento elettrostatico con polveri. La tensione è il potenziale elettrico che svolge il lavoro, mentre la corrente misura il movimento dell'elettricità o il lavoro svolto. Una volta utilizzato il potenziale, questo diventa corrente; pertanto, si riduce il potenziale o l'energia residua. La tensione e la corrente sono impostazioni e indicatori utili per le pistole elettrostatiche.

"kV" (kilovolt = 1000 volt) è l'unità di misura che indica la quantità di carica elettrica che la pistola è in grado di produrre. La corrente (in microampere) è l'unità di misura che indica la quantità di carica che si sposta dall'elettrodo della pistola all'aria/polvere in uscita dalla pistola e, inoltre, dal substrato. La pistola deve essere impostata al massimo valore kV possibile, purché non produca una finitura indesiderata. Ciò avviene perché un'impostazione elevata del valore kV genera il massimo potenziale per il caricamento di polveri rispetto a un'impostazione inferiore, fornendo quindi un trasferimento più efficiente. Il valore kV deve essere ridotto solo quando è necessario diminuire la retro ionizzazione o altri effetti indesiderati che non possono essere controllati in altro modo. Inoltre, potrebbe essere necessario ridurre il valore di kV quando si riveste nuovamente una parte per ridurre le possibilità di retro ionizzazione causata dal caricamento sottostante di finitura essiccata.

Il feedback sulla corrente è un'indicazione migliore rispetto alla tensione esercitata dalla carica elettrostatica. Ciò avviene perché la corrente indica la quantità di carica che si sposta o lavora, anziché il potenziale della stessa. Talvolta, la corrente può essere limitata con i sistemi di rivestimento elettrostatico con polveri, a seconda del tipo di unità di controllo della pistola. La limitazione della corrente è un ottimo metodo per controllare la carica elettrostatica prodotta dalla pistola. Inoltre, è il modo perfetto per ottenere un'elevata efficienza di trasferimento, mentre si lavora in prossimità del substrato con lo scopo di superare l'effetto "gabbia di Faraday". Per la prima fase di rivestimento di parti complesse, il valore kV deve essere impostato al massimo con la corrente limitata a circa 25 - 30 microampere.

Si noti che la selezione del valore kV a 100 è anche un'impostazione di limitazione integrata nell'alimentatore. È probabile che non si disponga di 100 kV durante la spruzzatura di una parte. Quando si spruzza una parte, il potenziale (tensione) viene realizzato grazie al carico sull'alimentatore e risulterà inferiore all'impostazione effettiva. Poiché la distanza tra pistola e parte si riduce, l'intensità di corrente aumenta. Poiché l'intensità di corrente raggiunge il punto di impostazione limite, il valore kV diminuirà rapidamente. Questa caduta improvvisa del valore kV consente di evitare la ionizzazione all'indietro mentre si lavora in prossimità del substrato.

In conclusione, sia la tensione sia la corrente sono fattori molto importanti nel processo di rivestimento elettrostatico con polveri. L'utilizzo di un'unità di controllo in grado di monitorare entrambe le impostazioni è un vantaggio notevole e offre il massimo livello di flessibilità e controllo.